fbpx

Di seguito un estratto del Regolamento Generale del del Palio dei Rioni 2019, approvato e sottoscritto dai Capirione di Cascigni, Cavaiasca, Malviraa e Valeggia in data 01/07/2019.

La manifestazione prevede la partecipazione dei Rioni in prove diverse per genere e abilità. Verranno effettuati sette diversi giochi: Palio di Santa Lucia femminile e maschile, il gioco denominato “Secchiellando”, Tiro con l’arco, Palio dei Bambini, Gara delle Botti Femminile, Gara delle Botti Maschile. I punteggi saranno assegnati nei primi cinque giochi secondo il seguente criterio:
1° classificato 25 punti;
2° classificato 20 punti;
3° classificato 15 punti;
4° classificato 10 punti.

Per quanto riguarda le gare delle botti femminile e maschile saranno assegnati i seguenti punteggi:
1° classificato 50 punti;
2° classificato 40 punti;
3° classificato 30 punti;
4° classificato 20 punti.

Palio di Santa Lucia – mercoledì 17 luglio

Ogni rione dovrà presentare due squadre: una femminile ed una maschile, composte da sei spingitori ciascuna (max n°3 spingitori stranieri per squadra).
La prova verrà eseguita in un’unica manche a cronometro. Vincerà la gara, la squadra che effettuerà il percorso nel minor tempo.
Le botti che verranno utilizzate saranno da litri 500 per le squadre femminili e saranno prive di zavorra. Per le squadre maschili verranno utilizzate botti da brente 15 e saranno zavorrate con 20kg di ghiaia.
La partenza della gara femminile è fissata in via Battioli n°25, poi piazza De Gasperis, si procederà, quindi, lungo via Vittorio Emanuele ed arrivo in piazza Antonelli. La partenza della gara maschile è fissata in via Battioli n°2.
Alla prova potranno partecipare 6 concorrenti per ciascun Rione che si alterneranno a spingere la botte effettuando i cambi a loro piacimento

Secchiellando – giovedì 18 luglio

Ogni Rione dovrà presentare una squadra composta da quattro concorrenti di cui almeno una donna.

Lo scopo del gioco è quello di riempire una damigiana da cinquantaquattro litri di acqua, nel minor tempo possibile, con un tempo massimo di quindici minuti. Nel caso in cui più Rioni non riuscissero a terminare il riempimento entro il tempo limite sarà discriminante il quantitativo di acqua introdotto nella damigiana allo scadere del tempo.

Dopo il segnale acustico, che darà via al gioco, il concorrente posto nell’area A dovrà abbattere il palo ivi posizionato usando esclusivamente il seghetto dato in dotazione dal comitato. Il palo cadendo andrà a intersecare la linea A1, posta a 4metri di distanza, determinando la dotazione di secchielli integri o bucati per la fase successiva del gioco.

Effettuato l’abbattimento, il giocatore uno potrà raggiungere il giocatore due nell’area di carico acqua B. I due giocatori potranno riempire i secchi che avranno in dotazione d’acqua e, infilando il tubo per il trasporto all’interno dei manici dei secchi, dovranno raggiungere la pedana nella zona C.

A questo punto passeranno i secchi alla concorrente tre che dalla sua pedana, dalla quale non potrà scendere, alta circa 80cm dovrà rovesciare i secchi, oltrepassando la barriera alta circa due metri da terra, cercando di introdurre quanta più acqua possibile in un tubo, di otto centimetri di diametro, posto in verticale all’altezza di un 80cm circa da terra e ad una distanza di 40cm dalla barriera.
L’acqua introdotta nel tubo percorrerà un percorso di nove metri circa e raggiungerà il quarto concorrente nell’area D ad un’altezza di circa quaranta centimetri. Il concorrente in quest’area avrà a disposizione due contenitori (tipo brocche) con manico per raccogliere l’acqua e rovesciarla nella damigiana la cui bocca sarà a circa un metro e venti dal punto di uscita dell’acqua.
Al riempimento della damigiana verrà fermato il cronometraggio.

Tiro con l’arco e con la lancia itinerante – venerdì 19 luglio

La prova vuole rievocare le famose disfide che nel medioevo erano organizzate ad ogni festa di borgo o castello.
La prova sarà suddivisa in tredici tornate di tiri, quattro al “bersaglio fisso”, quattro al “bersaglio mobile”, una al “piattello” e quattro con la “lancia”.
Alla prova potrà partecipare un solo rappresentante per rione per il tiro con l’arco e un solo rappresentante per il tiro con la lancia

TIRI A BERSAGLIO FISSO
La prova sarà effettuata su un campo di gara itinerante (Piazzale Alpini, Piazza Caduti, Piazza Antonelli e campetto di via Dante) con due piazzole, sopraelevate sul terreno di 50 centimetri ad eccezione di Piazza Caduti nella quale si tirerà da terra. I bersagli saranno posizionati ad una distanza dalle piazzole di 15 metri e ad un’altezza di cm 120 da terra.

Il punteggio di classifica parziale, riferito ad ogni tornata di tiri, sarà pari alla somma dei punti conseguiti con le quattro frecce disponibili. La valutazione sarà uguale a: cinque punti per il centro, quattro per quello immediatamente vicino, tre, due e uno in sequenza verso l’esterno del bersaglio.

Il conteggio del punteggio conseguito sarà eseguito al termine di tutti i tiri previsti per ogni tornata.

TIRO AL BERSAGLIO MOBILE

La prova sarà effettuata su un campo gara con larghezza di circa 8 metri con quattro piazzole, poste a circa un metro una dall’altra, sopraelevate sul terreno 50 centimetri. Il bersaglio mobile sarà posizionato ad una distanza dalla piazzola di 16 metri la cui sagoma avrà un’altezza massima di 100 centimetri da terra.

La prova sarà divisa in quattro tornate di tiri. La tornata di tiri al bersaglio mobile sarà eseguita dai concorrenti contemporaneamente che avranno a disposizione due sole frecce per ogni tornata. Le frecce di ogni arciere dovrà essere riconoscibile, possibilmente con il colore del piumaggio. L’avvicendamento alle piazzole sarà determinato dalla classifica provvisoria delle prime quattro tornate: il concorrente in testa alla classifica provvisoria si posizionerà, per la prima tornata, sulla prima piazzola a sinistra, il secondo alla sua destra e così via. Nelle successive tornate i concorrenti scaleranno sulla piazzola alla loro destra. Il punteggio sarà determinato in base alla sommatoria dei punti dei bersagli centrati che avranno valore di: 6 punti. Il bersaglio scorrerà da destra a sinistra. Il tempo massimo per l’effettuazione della prova sarà quindi quello di scorrimento della sagoma.

TIRO AL PIATTELLO

La prova sarà effettuata su un campo di gara con una sola piazzola, sopraelevata sul terreno 50 centimetri. Il bersaglio sarà posizionato ad una distanza dalla piazzola di 10 metri e ad un’altezza di 120 centimetri da terra. La prova sarà in una sola tornata di tiri. La tornata di tiri al piattello sarà eseguita dai concorrenti singolarmente pertanto la postazione sarà uguale per tutti.

TIRO CON LA LANCIA

La prova sarà effettuata su un campo di gara itinerante (Piazzale Alpini e campetto di via Dante) con un’unica piazzola di tiro per tutti e quattro i concorrenti. In ognuno dei due campi di gara verranno effettuate due tornate di tiro. I bersagli saranno posizionati ad una distanza di 10 metri dalla piazzola, ad un’altezza di cm 80 circa da terra e saranno dei cerchi di diametro 80cm divisi in quattro spicchi di colore diverso più un centro di Ø10cm. La piazzola sarà delimitata frontalmente dalle pedane degli arcieri ed avrà una lunghezza di circa due metri.

Ogni tiro per essere considerato valido dovrà essere effettuato lanciando la lancia da sopra la spalla (vedi lancio del giavellotto) e la lancia, una volta conficcata nel bersaglio, non dovrà toccare terra con la sua parte posteriore.

Colpire il bersaglio varrà 8 punti ma ogni concorrente, prima del proprio tiro, potrà dichiarare il colore di uno dei quattro spicchi del bersaglio in modo da aggiudicarsi 4 punti extra, qualora prendesse lo spicchio corrispondente. Nel caso di centro nel bersaglio di Ø10cm verranno attribuiti 16 punti.

Il punteggio ottenuto verrà sommato a quello ottenuto dall’arciere.

Palio dei bambini – sabato 20 luglio

Ogni rione verrà rappresentato da due squadre divise per età. La squadra 1 sarà composta da due concorrenti che non abbiano compiuto undici anni di età, mentre la squadra 2 sarà composta da due concorrenti che non abbiano compiuto quattordici anni di età.

Entrambe le squadre di ogni rione dovranno svolgere due prove a cronometro, la prima su un percorso a slalom (n° 8 paletti a distanza di circa 200 cm. da percorrere andata-ritorno con penalità di due secondi per ogni birillo abbattuto) e la seconda su un circuito di circa 150/200 metri.
La classifica finale verrà determinata dalla somma delle classifiche parziali nelle due prove. I punteggi saranno assegnati secondo il seguente criterio: 1° classificato 25 punti; 2° classificato 20 punti; 3° classificato 15 punti; 4° classificato 10 punti.

Il gioco del palio dei bambini sarà considerato come un gioco settimanale ed assegna un punteggio uguale a quello assegnato per gli altri giochi.
Le botti che verranno utilizzate saranno da litri 225, barrique, e saranno prive di zavorra.

Corsa delle botti femminile – sabato 20 luglio

Ogni rione dovrà presentare una squadra composta da sei spingitrici.
La prova verrà eseguita da due rioni contemporaneamente e si disputerà in manche ad eliminazione diretta. Le squadre perdenti concorreranno nella manche per 3°/4° posto. Le squadre vincenti concorreranno nella manche per il 1°/2° posto.

Le botti che verranno utilizzate saranno da litri 500 e saranno prive di zavorra.
La gara verrà disputata con partenza contemporanea di due botti di due squadre diverse.

Il percorso interesserà le vie: via Dante, via Spirito Antonelli, via Bussi, via Luciano Bocchinelli, via Dante ed arrivo all’altezza della rotatoria in piazza Antonelli.

I cambi potranno essere liberi con un massimo di tre spingitrici per volta sulla botte. Alla spingitrice uscita per il cambio non sarà più consentito rientrare in gara. Le squadre potranno essere seguite da un solo rappresentante per rione esclusivamente a piedi.

L’assegnazione delle corsie sarà determinata mediante estrazione. L’accoppiamento delle squadre nella prima manche di eliminazione verranno determinate secondo l’ordine di arrivo al palio di santa Lucia e si sfideranno la 1ª contro la 3ª e 2ª contro la 4ª classificata. La corsia di partenza nelle finali verrà fatta scegliere alla squadra con il miglio tempo conseguito nelle semifinali.

La classifica finale verrà determinata dalla somma dei punteggi delle varie manche. I punteggi saranno assegnati secondo il seguente criterio: 1° classificato 50 punti; 2° classificato 40 punti; 3° classificato 30 punti; 4° classificato 20 punti.

Corsa delle botti maschile – sabato 20 luglio

Le botti che verranno utilizzate saranno da litri 500 e saranno prive di zavorra. Ogni rione dovrà presentare due squadre composte da tre spingitori.
Ogni rione dovrà consegnare in una busta chiusa, entro trenta minuti dall’inizio della prova, i nominativi dei partecipanti delle 2 squadre, suddivisi in squadra 1 e squadra 2. L’elenco è tassativo e non saranno consentite variazioni.

La prova verrà eseguita da due rioni contemporaneamente e si disputerà in manche ad eliminazione diretta. Alle squadre perdenti verrà preso il tempo di gara che verrà utilizzato come discriminante per la classifica del gioco. Le squadre vincenti concorreranno nelle successive manche eliminatorie fino ad avere le due squadre finaliste.
I cambi potranno essere liberi con un massimo di due spingitori per volta sulla botte. Si terrà conto del tempo fisiologico del cambio.

La gara verrà disputata con partenza contemporanea di due botti di due squadre diverse.
Il percorso interesserà le vie: via Dante, via Spirito Antonelli, via Bussi, via Luciano Bocchinelli, via Dante ed arrivo all’altezza della rotatoria in piazza Antonelli.

I rioni verranno divisi in 2 gironi, nello stesso girone non potranno esserci due squadre dello stesso rione e per il primo turno di manche non potranno esserci accoppiamenti uguali tra i rioni. La sfida tra le squadre del gruppo 1 con quelle del gruppo 2 avverrà solamente nella manche finale.

Ad ogni squadra che vince una manche verranno assegnati 8 punti e passeranno alla manche successiva. Ad ogni squadra perdente verranno assegnati a scalare 4 3 2 o 1 punto in base al tempo ottenuto nella propria manche: 4 punti al tempo “perdente” migliore e così a scalare.

Nella manche successiva verranno sempre assegnati 8 punti alle squadre vincenti con accesso alla finale ed alle squadre perdenti verranno assegnati 4 o 3 punti seguendo la logica del miglior tempo “perdente”. Alla finalissima la squadra vincente riceverà 8 punti mentre alla squadra sconfitta 4. Vincerà il gioco il rione che con le sue due squadre avrà totalizzato più punti.
Durante tutta la gara gli spingitori non dovranno abbandonare la conduzione della botte e non dovranno ostacolare in alcun modo la botte avversaria. Durante la percorrenza di via Bussi NON è consentito il sorpasso. I giudici di gara potranno decidere penalizzazioni qualora le squadre non rispettino le regole sopra elencate.

La classifica finale verrà determinata dalla somma dei punteggi delle varie manche. I punteggi saranno assegnati secondo il seguente criterio: 1° classificato 50 punti; 2° classificato 40 punti; 3° classificato 30 punti; 4° classificato 20 punti.