fbpx

Tag

Tutti gli articoli con il tag che hai cercato

Archivio dei tag

Il Magistrato del Palio alla European Autocross Night Parade

Domani, venerdì 20 settembre 2019, anche il Magistrato del Palio parteciperà alla European Autocross Night Parade, ovvero la notte bianca nel centro di Maggiora organizzata dallo Sport Club Maggiora in occasione della tappa finale del Campionato Europeo Autocross.

Dalle 19:00 alle 24:00 saremo in largo Alpini d’Italia, assieme ai rioni, con le botti del nostro Palio e proporremo un percorso a slalom con botte barrique dove tutti potranno cimentarsi in una prova di spinta… con un premio per i più veloci a tagliare il traguardo senza penalità.

Qui di seguito il programma della serata.
Vi aspettiamo!

Maggiori informazioni sulla pagina Facebook dell’evento.

Maggiora seconda… di un soffio nella finale del Palio Nazionale

La finale 2019 del Palio Nazionale delle Botti Città del Vino, andata in scena a Sabbionara di Avio domenica 8 settembre, ha visto trionfare la squadra padrona di casa di Avio.

Subisce così una battuta d’arresto il filotto di vittorie della squadra di Maggiora, campione d’Italia da sei edizioni consecutive. I ragazzi hanno provato in ogni modo a mantenere lo scettro nazionale, supportati da oltre cento tifosi arrivati alle porte del Trentino per sostenerli ed incitarli durante la loro prova, ma questa volta sono giunti secondi al traguardo per poche frazioni di secondo.

Dieci le Città del Vino partecipanti a questa finale: oltre ai padroni di casa di Avio e ai campioni in carica di Maggiora, hanno staccato il pass per l’ultimo atto della stagione: Suvereto con 76 punti accumulati durante le tappe di qualificazione, Cavriana con 72, Refrontolo con 70, Vittorio Veneto con 68, San Gusmé con 50, Nizza Monferrato con 47, Santa Venerina con 42 e Serrone con 37.

In mattinata, dopo una breve presentazione delle squadre presso il comune di Avio, alla presenza delle maggiori autorità tra cui il presidente della provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti e del presidente dell’Associazione Nazionale Città del Vino Floriano Zambon, il programma della giornata viene congelato per qualche ora, in attesa di capire l’evoluzione del meteo, che già dalla notte riversava una gran quantità di pioggia su tutta la Vallagarina ma con previsioni di miglioramento nel pomeriggio. Vengono dunque sospese le prove cronometrate, non essendoci le condizioni per poter procedere in sicurezza e, più tardi, anche il corteo storico che avrebbe dovuto precedere la gara.

Le previsioni trovano conferma poco prima delle 15:00, quando il vento spazza le nuvole mentre un timido sole inizia a farsi largo.
Il numeroso pubblico va ad assieparsi ai lati di piazza Conciliazione e, durante la presentazione della manifestazione, viene nuovamente ricordato il nostro Giuseppe Fasola come esempio dei valori di lealtà, sportività e amicizia tra comunità che da sempre animano il Palio Nazionale delle Botti.

Sfilano dunque nel centro di Sabbionara le squadre che, di lì a poco, procedono allo svolgimento delle prove cronometrate per poter poi scegliere la posizione sulla linea di partenza della gara. Il percorso prevede due giri della chiesa di San Bernardino con due coppie di spingitori a darsi il cambio. Per Maggiora aprono Santo e Daniele, e concludono Andrea e Nicolò. Il tempo è da urlo: 01:27.41, oltre due secondi in meno dei secondi classificati di Refrontolo che hanno fermato il cronometro in 01:29.81.

Classifica prove cronometrate

1) 01:27.41 Maggiora
2) 01:29.81 Refrontolo
3) 01:31.46 Suvereto
4) 01:31.66 Avio
5) 01:37.70 Nizza Monferrato
6) 01:41.78 Vittorio Veneto
7) 01:43.46 Cavriana
8) 01:47.11 Santa Venerina
9) 01:48.02 Serrone
10) 01:51.42 San Gusmè

Vista la clemenza del meteo, l’organizzazione decide all’ultimo di far svolgere la gara di slalom femminile con botte barrique prevista come prova del Palio di Avio ed inizialmente sospesa. Non tutte le rappresentative vi prendono parte, ma la gara è ugualmente molto combattuta, con Viola e Giorgia che portano Maggiora a primeggiare.

Classifica slalom femminile

1) Maggiora
2) Vittorio Veneto
3) Avio
4) Cavriana
5) Refrontolo
6) Suvereto

Alle 16:35 arriva quindi l’ora della disputa della finalissima. Come detto, la partenza avviene in linea e le squadre possono scegliere la posizione da cui partire in virtù del tempo registrato in prova; guardando le spalle dello schieramento, partendo dalla casella di sinistra, si dispongono in questo ordine: San Gusmè, Serrone, Cavriana, Vittorio Veneto, Santa Venerina, Nizza Monferrato, Maggiora, Refrontolo, Avio, Suvereto.

L’avvio dalla gara, dato con un colpo di tamburo, è concitato e vede Maggiora, ancora schierata con Daniele e Santo, restare leggermente attardata per poi arrivare al fondo della piazza in quarta posizione: davanti c’è Avio, poi Cavriana seconda e poi ancora Refrontolo, che però sbanda alla prima curva lasciando strada libera ai nostri. La salita vede Avio prendere il largo rispetto a Cavriana, tallonata a stretto giro da Maggiora. Superati anche i mantovani, con la strada ora libera, può così iniziare il lungo inseguimento ad Avio che è arrivata a guadagnare oltre dieci secondi di vantaggio. Nel frattempo la botte passa nelle mani di Paolo e Nicolò che, dando fondo a tutte le loro forze, colmano il gap e si avvicinano fino ad affiancare Avio. L’inerzia della gara sembra ormai a nostro favore, ma non c’è più tempo per rimontare e, nell’arrivo in volata, sono i trentini ad avere la meglio per pochissimi centimetri.

Avio conquista così il suo primo titolo di Campione d’Italia nella storia del Palio Nazionale delle Botti: una vittoria sicuramente desiderata ma forse inaspettata, arrivata battendo i pluricampioni in carica e tutti gli altri più accreditati pretendenti al titolo. Esplode quindi la gioia dei ragazzi in maglia bianco azzurra e di Walter Pericolosi, presidente del comitato organizzatore di Uva e Dintorni che chiude così nel migliore dei modi l’edizione 2019 della festa.

Inevitabile, invece, la delusione di spingitori e tifosi di Maggiora, con un secondo posto che, se da un lato sa di sconfitta, dall’altro ha un risvolto positivo, avendo dimostrato che anche in condizioni sfavorevoli la squadra ha mantenuto lucidità e non si è persa d’animo. Sicuramente, da questo risultato, i ragazzi troveranno le energie per poter tornare a fare meglio in futuro.

Classifica finale Palio delle Botti 2019

1) Avio
2) Maggiora
3) Refrontolo
4) Suvereto
5) Cavriana
6) Nizza Monferrato
7) San Gusmè
8) Serrone
9) Vittorio Veneto
10) Santa Venerina

Finale Palio Nazionale delle Botti – Avio 7/8 settembre 2019

In occasione della finale del Palio Nazionale delle Botti Città del Vino che si terrà a Sabbionara di Avio (Trento), il Magistrato del Palio organizza una trasferta a supporto della squadra di Maggiora con il seguente programma:

sabato 7 settembre 2019

ore 08:00 – partenza da Maggiora
ore 11:00 – arrivo sul lago di Garda, pranzo in ristorante e visita turistica
    Trasferimento ad Avio nel pomeriggio
ore 20:00 – cena itinerante “I sapori nelle Corti”

domenica 8 settembre 2019

ore 09:00 – visita turistica di Rovereto
ore 12:00 – pranzo pre gara
ore 14:00 – corteo storico 
ore 15:00 – gara finale del Palio Nazionale delle Botti
ore 17:00 – premiazioni
ore 17:30 – brindisi di saluto e rientro a Maggiora a seguire

Quota di partecipazione: 140€ (50€ da versare all’atto della prenotazione)

La quota comprende: viaggio in pullman granturismo, pranzo e cena del sabato, pernottamento e prima colazione in hotel a Rovereto, pranzo della domenica, tshirt dedicata all’evento.
Le prenotazioni dovranno pervenire entro giovedì 29 agosto.

Per informazioni, sconti bambini e prenotazioni inviare una mail o contattare Roberto Barcellini 347/5027798 o Sergio Vallana 333/2657355

La tappa di Maggiora del Palio Nazionale delle Botti 2019

Come ormai tradizione da alcuni anni, abbinato al Palio dei Rioni di Maggiora si svolgerà, nella giornata di domenica 21 luglio 2019, una tappa del Palio Nazionale delle Botti indetto dall’associazione nazionale Città del Vino, la sesta su nove in calendario.

La squadra di Maggiora, già qualificata alla finale in programma ad Avio l’8 settembre in quanto campione d’Italia in carica (da sei anni consecutivi), ospiterà altre sette compagini provenienti da cinque regioni, decise a dare battaglia per aggiudicarsi la tappa e guadagnare, a loro volta, il pass per la finalissima.

Rappresenteranno il Piemonte i “vicini di casa” di Boca e la compagine di Nizza Monferrato; dalla Lombardia arriveranno i mantovani di Cavriana, dal trentino la squadra di Avio, dal Veneto Refrontolo e Vittorio Veneto mentre dalla Toscana sarà presente la squadra di Suvereto.

Tutte le squadre parteciperanno al Palio di Maggiora con tre ragazzi e due ragazze che prenderanno parte alle varie prove in programma: gara di spinta della botte femminile, slalom misto, trasporto della botte e corsa delle botti maschile su percorso rinnovato, valida appunto per il Palio Nazionale.

Dalla somma dei punteggi ottenuti uscirà il vincitore del Palio di Maggiora che il Comune, organizzatore assieme al Magistrato del Palio e alla squadra di spingitori, ha voluto intitolare a Giuseppe Fasola, il sindaco di Maggiora scomparso lo scorso dicembre che tanto aveva creduto e aveva dato al movimento del Palio e delle Città del Vino e che verrà ricordato da Floriano Zambon, presidente dell’associazione nazionale Città del Vino che sarà ospite d’onore della manifestazione.

La giornata inizierà al mattino alle 11:00 con la Santa Messa e le prove cronometrate per stabilire l’ordine di partenza per la gara del pomeriggio; dopo il pranzo con le delegazioni sarà il turno dei giochi e delle premiazioni, prima di lasciare spazio ai Rioni maggioresi per la conclusione della festa.

> programma completo e regolamento del Palio di Maggiora

Il Palio 2019

Quando mi è stato conferito l’incarico di realizzare il Palio 2019 non mi sono chiesto nemmeno per un secondo cosa dovesse rappresentare questo drappo, perchè ho ritenuto che fosse scontato ricordare in questa tela Giuseppe Fasola, un Sindaco che ci ha lasciati troppo presto.

Lui ha fatto del suo paese una ragione di vita e ha contribuito alla storia e alla crescita costante del nostro Palio.

Ricordo ancora quando, con qualche anno in meno e qualche capello in più, era capitano del rione Cascine ed io della Cavaiasca, delle nottate all’asilo a discutere di regolamenti, animatamente ma sempre nel rispetto reciproco.

In questo drappo ho voluto rappresentarlo felice con la botte che è il simbolo del nostro Palio ai suoi piedi, il palazzo comunale che era la sua seconda casa sullo sfondo, i quattro simboli dei rioni maggioresi fra cui quello del rione Cascine che pare tenere alto con un braccio e l’azzurro del cielo dove si trova ora.

Caro Sindaco, caro amico, ci mancherai ma rimarrai sempre nei nostri cuori.
Ciao Giuseppe

Fausto Fornara

Un progetto per Maggiora

Il Palio dei Rioni è nato nel 1986 ad opera del Comitato Pro Asilo con la finalità di raccogliere fondi per la gestione del nostro asilo, allora diretto dalle Reverende Suore. 

A distanza di tanti anni il Magistrato del Palio ha deciso di tornare ad avere la finalità iniziale, andando a devolvere alla Scuola dell’Infanzia ed alla Scuola Primaria di Maggiora una parte cospicua degli utili provenienti dalla festa. 

Verranno così finanziati corsi didattici per i nostri bambini in accordo con l’Amministrazione Comunale, le docenti e la Direzione Didattica. Un passo importante che vuol dire partecipare con un progetto alla vita sociale del nostro paese.

Essere presenti alle serate del Palio dei Rioni vuol dire quindi anche contribuire alla realizzazione di questi programmi per la scuola.

Vi aspettiamo!

Il presidente del Magistrato del Palio

Lunga vita al Palio dei Rioni!

Quest’anno abbiamo veramente corso il rischio che il nostro Palio, dopo oltre trent’anni, non facesse più parte dell’estate maggiorese. Dopo numerosi appelli, tuttavia, le difficoltà iniziali al rinnovo del comitato del Magistrato sono state brillantemente superate con l’ingresso di nuovi componenti che con voglia e impegno, sotto la guida dei consiglieri rimasti in carica, hanno dato nuovo slancio e impulso alla manifestazione.

Vedremo quindi ancora ragazzi e ragazze che in gruppo si allenano la sera, botti sospinte rotolare per il paese addobbato con le bandiere e i vessilli dei rioni, aspettando le gare e i giochi per la conquista del Palio che quest’anno è dipinto da Fausto Fornara per la Cavaiasca, vincitrice della passata edizione.

Sarà un Palio di novità, pur nella conferma della struttura delle serate: divertimento, musica, giochi, agonismo e degustazione saranno la base per ritrovarsi dal 17 luglio al 21 luglio al campetto di via Dante con la voglia di partecipare e insieme tifare il proprio rione.

Si parte mercoledì 17 con il Palio di Santa Lucia. Tante le novità: per prima cosa il percorso, che riprende il vecchio tracciato all’interno del paese con arrivo in Piazza Antonelli, poi lo svolgimento, sempre a cronometro, ma non più in contemporanea, e il numero dei componenti delle squadre, sei donne per la squadra femminile e sei uomini per quella maschile.

Giovedì 18 ci si ritrova al Campetto per il gioco Secchiellando che impegnerà più componenti per ogni rione in una prova di abilità e precisione… quindi è sottinteso che “più si è meglio è” anche per far sentire il calore e il tifo alla propria compagine.

Venerdì 19 si svolgerà, per la prima volta in notturna, la sfilata storica con incluso il gioco del tiro con l’arco e della lancia. I figuranti, nei loro splendidi costumi medievali con i colori dei rioni, accompagneranno gli arcieri in una sfida di abilità, precisione e sangue freddo.

Sabato 20 è la giornata decisiva per la conquista del vessillo tanto ambito. Alle 16,30 si inizia con il Palio dei bambini e dei ragazzi: una sfida dove giovani e giovanissimi spingitori mettono tutta la loro abilità su un percorso a slalom e ad anello.

Alle 21 è invece il turno della Corsa delle Botti. Ecco un’altra novità: il percorso. Partenza da via Dante poi piazza Antonelli, via Antonelli, discesa di via Bussi (la Crosa), ritorno in via Dante e arrivo in p.zza Antonelli. Ogni rione schiererà due squadre maschili composte da tre spingitori ciascuna ed una squadra femminile di sei spingitrici, che si sfideranno in prove “testa a testa” ad eliminazione diretta sul circuito ad anello. Ad ogni vittoria corrisponde un punteggio: la somma dei punti per squadra darà la classifica finale.

Inserite in un unico tabellone di gara, ma con classifiche separate, le squadre maschili e femminili concluderanno i giochi del Palio dei Rioni 2019. 

Domenica 21 sarà la giornata dedicata alla tappa di qualificazione per il Palio Nazionale delle Botti Città del Vino: Maggiora, anche quest’anno, deve difendere il titolo di CAMPIONE D’ITALIA per la sesta volta consecutiva, brillantemente conquistato nel 2018 a Valdobbiadene.

Si comincia alle 10:30 con una rappresentanza dei rioni che, in costume medievale, accompagnerà le squadre partecipanti provenienti da più parti d’Italia alla Santa Messa augurale, cui seguiranno le prove di qualificazione per la griglia di partenza della gara delle botti pomeridiana. Dopo il pranzo, la presentazione delle squadre e lo scambio dei cesti, si ricomincia al campetto di via Dante alle 15 con la sfida femminile; a seguire una gara di slalom a squadre miste composte da uomini e donne. Si finisce alle 16 con la partenza della gara valida per il Palio Nazionale sul percorso di 1600 metri, percorrendo i pendii e le discese del paese lungo i quali i quattro componenti di ogni squadra si sfidano per la vittoria finale.

La giornata si conclude con la premiazione del Palio dei Rioni, con la musica degli 883nd, bevendo in compagnia un buon bicchiere di vino della nostra fornitissima cantina e aspettando la chiusura a sorpresa del palio 2019.

In ultimo vogliamo ricordare un amico, un appassionato del Palio, un Sindaco che ha fortemente voluto la partecipazione di Maggiora a Città del Vino, trascinando e coinvolgendo tutti come solo lui sapeva fare. Giuseppe sarai sempre con noi…nei nostri cuori. Grazie per quello che ci hai dato.